FANDOM


Quarta Era - Era della Magia Modifica

3001DA - 3331DA Modifica

La caduta del Primo Impero investì tutte le nazioni del Continente. L'evento catastrofico aveva modificato anche la geografia a sud del continente.

I nani sopravvissuti al Grande Disastro che vivevano ai piedi delle Montagne del Sospiro si fecero strada sotto il monte Nair per fuggire dalle orrende creature apparse in seguito al rito magico. I nani riaprirono così la grande città sotterranea di Nair e vi si rifugiarono.

Anche gli elfi che vivevano nel Primo Impero e più precisamente a Tarok (Bianco Cielo), una città vicinissima a Fato, scapparono verso sud. Gli elfi avevano subito dei cambiamenti sia fisici che spirituali, cambiamenti che avevano modificato la loro pelle da un bianco candido ad una sorta di blu quasi nero, e li avevano cambiati anche nell'animo. Questi elfi divennero più schivi e allo stesso tempo aggressivi, si rifugiarono sotto le montagne del sud a cui diedero il nome di Darok (Cielo Nero) e dettero a se stessi il nome di Drow. Poco si sa di loro se non che hanno creato un mondo sotterraneo sotto Darok che loro chiamano Dominio Drow.

Halfling ed umani, che abitavano ai confini settentrionali della Desolazione, si spostarono ancora più a nord verso il Mare di Fuoco e fondarono tre città.

Altri umani anch'essi toccati dal Rito si spostarono al di là delle Montagne del Sospiro e andarono verso sud insediandosi sulle pianure antistanti il Mare delle Lacrime. In molti chiamano questi esuli barbari. Altri, per lo più umani, lasciarono il continente attraversando il Soffio del Drago e, navigando verso ovest il Mare delle Lacrime, approdarono sull'Isola Nuova dove si insediarono.

Alcuni nani, come i drow, furono mutati dalla magia, ma le nuove creature, chiamate gnomi, non divennero come gli elfi scuri anzi la loro curiosità e passione per lo studio, le arti e per il commercio li spinsero ad insediarsi un po’ ovunque nel continente e non sentirono mai la necessità di riunirsi in un unico popolo, preferendo esplorare e conoscere il mondo.

Verso est l'Isola Grande fu investita da una nera nube causata dal rito che fece cadere l'isola in un perenne stato di oscurità. L'isola prese il nome di Isola Scura e tutti quelli che l’hanno visitata dopo il Grande Disastro non hanno mai fatto ritorno.

Su tutta la regione chiamata ora Desolazione fecero la loro comparsa creature mai viste prima. Alcuni dicono di aver visto addirittura grandi creature alate sorvolare la Desolazionee altre ancora più terrorizzanti camminarne ai confini.

L’Impero Elfico spostò la maggior parte delle proprie truppe a Illium per proteggere il sud da eventuali minacce provenienti dalla Desolazione. Anfar, la città più vicina al Regno Umano rimase l'ultimo baluardo a sorvegliare le vie del nord-ovest.

Nell'anno 3015 DA, i Cercatori, ormai pochi, riunirono tutti i maghi sopravissuti e sparsi per il continente e si diressero verso l'Isola Verde del Piccolo Mare. Una volta giunti sull'isola fondarono una città chiamata Arcanum dove tutti i maghi di Entara, tranne i sacerdoti, venivano istruiti nell'uso della magia affinché l'arroganza e gli errori commessi nel Primo Impero non si ripetessero nuovamente. Fu istituita l'Accademia luogo di insegnamento e grande magia di Ero.

Dopo circa duecento anni si era venuto a formare una sorta di stallo: sull'Isola Nuova tutti i sopravvissuti si erano riuniti sotto una sola bandiera ed avevano fondato la Repubblica uno stato forte economicamente e militarmente che ispirato agli ideali del Primo Impero poteva rivaleggiare con gli altri regni del continente.

Ovunque nacquero culti religiosi, specialmente tra gli umani, ispirati alle leggende e ai racconti sui Primi.

A nord Aron del clan Vask, nel 3260 DA, riunì tutte le tribù sotto un unico regno e venne eletto sovrano del Regno del Nord e costruì una grande fortezza chiamata Grande Inverno. Nella città di Vask venne costituita la Guardia di Ghiaccio: un esercito di veterani con il compito di proteggere Bianco Passo dai continui tentativi di invasione portati dall'Antico Regno Umano alle regioni ghiacciate del nord.

L'Antico Regno Umano, guidato da Re Ukae II, governa con pugno di ferro e tutti coloro che si oppongono alla sua corte sono costretti, nei migliore dei casi, a lasciare il regno. Coloro che il re ritiene troppo pericolosi si vedono costretti all'esilio pur di non cadere sotto gli assassini che il re ed i suoi sostenitori assoldano. Molti di essi hanno lasciato il Regno Umano alla volta della Repubblica.

Attorno all'anno 3330 vari chierici e alcuni maghi ebbero una Visione, secondo la quale da li a due anni sarebbe nato un bambino o una bambina che con il tempo avrebbe riunito tutti i popoli di Entara in un unico regno. Nella visione però non veniva svelato a che razza sarebbe appartenuto questo futuro sovrano, così tutti coloro che avevano ricevuto la Visione rivendicarono che il re sarebbe appartenuto alla propria razza.

L'anno successivo nel cielo apparve una stella rossa di una brillantezza incredibile che poteva essere scorta anche durante il giorno. Gli storici ed i Saggi interpretarono questo avvenimento come un avviso e come la fine di un'era.

I contenuti della comunità sono disponibili sotto la licenza CC-BY-SA a meno che non sia diversamente specificato.